Perché no? In Cucina per Passione

Eccoci qui! Siamo due giovani donne:

Giuliana, 36 anni, carattere esplosivo, sempre piena di idee nuove e ambiziose;

Yvonne, 26 anni, più riflessiva, sempre impegnata a contenere gli entusiasmi della sua "partner in crime".

Due caratteri molto diversi che insieme si compensano e raggiungono un equilibrio perfetto. Poco più di due anni fa abbiamo deciso di coltivare la nostra passione comune, cucinare! Che siano torte tradizionali, torte moderne, cioccolatini, lievitati dolci o salati... noi ci mettiamo il cuore e ogni giorno ci diciamo... perché no?

I Baci di dama sono dei golosi biscotti nati intorno alla metà dell’800 nella città di Tortona, comune piemontese in provincia di Alessandria.

Sono delle piccole cupolette di frolla al burro e mandorle.

I due biscotti tondi sono accoppiati tramite il cioccolato fondente e ricordano due labbra che si uniscono in un “bacio”; da qui deriva il loro nome, baci di dama.

Famosi in Italia e nel mondo non solo per la loro golosità ma anche per la consistenza friabile…da sciogliersi in bocca!

È la mia ultima ricetta prima del congedo estivo, come potrei non consigliarvi questo impasto che si prepara in pochi minuti, inoltre non solo sono facili da realizzare ma si possono anche conservare a lungo!

Il mio segreto, per ottenere un risultato da pasticceria, è rispettare i tempi di raffreddamento e quelli di cottura…semplice vero?

Al posto delle mandorle potete utilizzare anche la farina di mandorle già pronta, anche se mancherà la nota di tostatura caratteristica del dolcetto.

Sono anche pasticcini perfetti da impacchettare e offrirli alle persone più care, sarà un regalo molto gradito!

Buone vacanze a tutti, ci ritroveremo a settembre sempre “in cucina per passione”!

Questi biscotti vi conquisteranno, ne siamo sicure!

La ricetta è facile ma buonissima.

I biscotti di pasta frolla montata alle mandorle sono una variante della classica pasta frolla; in questa versione sono proprio le mandorle a renderla profumata e friabilissima.

Ovviamente come tutte le frolle è super versatile, ideale per preparare biscotti, crostate, tartellette, cestini alla frutta e tantissimi dolci deliziosi…cosa aspettate?

Dovete assolutamente mettervi alla prova!

La Torta Sacher o “Sachertorte”, grande classico della pasticceria viennese, è probabilmente la torta al cioccolato più famosa al mondo.

La ricetta top secret è ancora oggi custodita dall’Hotel Sacher, unica pasticceria a produrla nella versione originale.

Le rielaborazioni sono quindi d’obbligo se si ha voglia di deliziarsi con questo dolce che…o lo si ama, o lo si odia!

A differenza di quanto si possa credere, è molto semplice da realizzare perciò nulla ci impedirà di provare a fare in casa una nostra personale versione.

Uniche accortezze da riservare sono per la glassatura e la realizzazione della scritta simbolo “sacher”, che dovrà essere eseguita a mano libera con una sac à poche!

Perfetta per ogni occasione, conquista per l'irresistibile contrasto cioccolato fondente e confettura di albicocca.

A differenza delle altre torte alla frutta che seguono la stagionalità, la torta di mele si può preparare in ogni stagione dell’anno. Ho chiamato questa torta “della nonna” perché è una delle tante ricette che preparava mia nonna e che ci tramandiamo in famiglia da anni...ho deciso di condividere la ricetta con voi!

Il suo profumo incredibile vi avvolgerà già dalla cottura; lo so che in questo periodo accendere il forno è un pensiero che scoraggia molte ma fidatevi, ne vale la pena e poi anche servita fredda è davvero strepitosa.

Della torta di mele non ci si stanca mai: è un dolce classico e senza tempo, amato da grandi e bambini, uno di quei dolci che con semplicità ti conforta in qualsiasi ora della giornata, dalla colazione alla merenda e perché no, anche come spuntino notturno.

La brioche con il tuppo è un dolce tipico della pasticceria siciliana.

Il nome deriva dalla sua forma che ricorda lo chignon basso con cui le donne siciliane usavano acconciare i capelli e che nel dialetto regionale si chiama appunto “tuppu”; è proprio il tuppo la parte più gustosa a cui nessuno riesce a rinunciare.

È una vera delizia dal profumo inconfondibile, si presta a qualsiasi tipo di farcitura, marmellata, Nutella, miele e come tradizione siciliana vuole, granita e gelato.

Cosa c’è di meglio che iniziare una nuova settimana e trovare queste brioche sofficissime per colazione?

E soprattutto, il tuppo lo mangi per primo o lo conservi per ultimo?